English (United Kingdom)Italian - Italy

News

In questa sezione troverete tutte le news dal mondo Cinecult.

Indro all'Apollo11 di Roma

Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua

Il 15 novembre serata all’Apollo11 di Roma con il regista Samuele Rossi e Roberto Herlitzka

Da ottobre nelle sale con Echivisivi e Lo Scrittoio Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua di Samuele Rossi, film documentario su una delle voci più autorevoli e discusse del giornalismo italiano: Indro Montanelli, colui che ha raccontato instancabilmente il tormentato secolo scorso, dagli anni ’30 fino alla morte nel luglio 2001 e del quale ricorre quest’anno il quindicennale dalla scomparsa.

Il 15 novembre doppio appuntamento all’Apollo11 di Roma (Via Bixio, 80/A) alle ore 19 e 21. Saranno presenti per incontrare il pubblico il regista Samuele Rossi e Roberto Herlitzka, che nel film veste i panni del Montanelli maturo.

Prodotto da Echivisivi e Alkermes in collaborazione con Sky Arte e con il sostegno del MiBACT, il film è un viaggio fra luci e ombre della controversa figura di Montanelli, uomo dalla personalità complessa, che ha sempre preferito la propria libertà e rifiutato qualunque compromesso con il potere. Il documentario è realizzato in associazione con Caipirinha secondo le norme del tax credit esterno.

Leggi tutto...

Wanted Cinema candidata agli European Film Awards con due titoli

Doppietta di candidature per Wanted Cinema agli EFA nella categoria miglior documentario 2016: Mr. Gaga di Tomer Heymann e S is for Stanley di Alex Infascelli sono tra i titoli scelti dalla giuria.

“È  davvero un'emozione che due dei sei titoli candidati agli EFA siano film Wanted ai quali da mesi stiamo lavorando con passione”, dichiara Anastasia Plazzotta. Complimenti ai registi e alle troupe che con la loro bravura e professionalità sono arrivati sin qui. Noi, ancora più motivati, lavoreremo per dare ai film nuova visibilità riproponendoli da subito alle sale di tutta Italia perché il pubblico possa rivederli o conoscerli.”

 

Leggi tutto...

Dietro le comparse di Star Wars

ELSTREE1976 un film di Jon Spira

“Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana”* cit. Star Wars (1977)

Dietro le maschere. Sotto i costumi. Grandi Persone. Piccoli ruoli

Evento al cinema con Wanted il 16 novembre

Evento al cinema nelle sale dei circuiti The Space e Uci Cinemas il prossimo 16 novembre per ESLSTREE1976 di Jon Spira, viaggio nel dietro le quinte del fenomeno Star Wars, visto dalla prospettiva dei numerosi attori e comparse che presero parte ai vari episodi della saga.

Wanted Cinema in collaborazione con Sky Arte HD porta al cinema il film, dopo l’anteprima al Lucca Comics & Games.

Tanto tempo fa, in uno studio non lontano da Londra, un esercito di attori sconosciuti si sono riuniti per svolgere ruoli minori in un misterioso film di fantascienza, un titolo che sarebbe poi andato a conquistare l’universo. Il film in questione si chiama Star Wars ed è caratterizzato da centinaia di comparse per lo più nascoste dietro caschi di plastica e maschere di gomma. Diretto da Jon Spira, Elstree1976, il cui titolo prende il nome dalla cittadina che ha ospitato la produzione della trilogia originale, rintraccia - a quaranta anni di distanza - dieci protagonisti in quel piccolo ruolo, che raccontano le proprie storie sia prima che dopo l’incontro ravvicinato con George Lucas e il suo campione d’incassi multi miliardario.

Tra gli intervistati figurano Paul Blake che interpretava Greedo, Jemery Bulloch che nel film ricopriva il ruolo di Boba Fett e Dave Prowse che ha prestato il proprio fisico da culturista a Darth Vader.

 

 

Leggi tutto...

Le SEDUZIONI di INVIDEO

a Milano dal 17 al 20 novembre

La XXVI edizione della kermesse con 38 opere in SELEZIONE INTERNAZIONALE e 9 eventi speciali

Edizione 26 per INVIDEO, la Mostra Internazionale di cinema e video oltre diretta da Romano Fattorossi e Sandra Lischi e organizzata da Aiace Milano.

Lo Spazio Oberdan della Città metropolitana di Milano (V.le Vittorio Veneto, 2) e l’Istituto Europeo di Design - IED (via Sciesa, 4) ospiteranno il festival dal 17 al 20 novembre con proiezioni e incontri con ospiti italiani ed internazionali. L’iniziativa è parte del “Mese della sperimentazione sull’immagine” con Filmmaker Festival, Sport Movies & TV Fest, Industry Days di Milano Film Network.

Lo spaccato del meglio della produzione internazionale è composto da TRENTOTTO opere in SELEZIONE, metà delle quali realizzate da UNDER35 che concorrono per l’omonimo Premio, concreto incentivo alla produzione artistica. DIECI i titoli italiani, in aumento rispetto alle precedenti edizioni.

Filo conduttore di quest’anno le SEDUZIONI: attrazioni visive e desiderio, mutazioni, fascino di corpi e di tecnologie, di gesti e di sguardi.

In anteprima italiana il pubblico potrà vedere Final Gathering, il nuovo lavoro di Alain Escalle sulla memoria che si caratterizza per la forte sperimentazione e, in prima milanese, Love is All di Francesco Andreotti e Livia Giunti, toccante ritratto di Piergiorgio Welby, un viaggio tra animazione, video arte e documentario.

Cartella stampa PROGRAMMA 

Leggi tutto...

Firenze 66 Dopo l'Alluvione

Il documentario sarà presentato in anteprima nel corso delle celebrazioni ufficiali del 50° anniversario

alla presenza del Presidente della Repubblica

E in collaborazione con il MIUR e Fondazione Cassa Risparmio di Firenze nelle scuole fiorentine

Prodotto da Alkermes e Sky Arte HD andrà in onda su Sky Arte HD il 5 novembre

 

Il 4 novembre ricorre il 50° anniversario dell’alluvione che sconvolse Firenze, provocando 17 vittime nella sola città e travolgendo uno dei luoghi simbolo della cultura italiana nel mondo, insieme alle sue opere dal valore inestimabile. In occasione delle celebrazioni ufficiali che coinvolgeranno anche il Presidente della Repubblica, sarà presentato in anteprima il documentario “Firenze 66 – Dopo l’alluvione” – prodotto da Alkermes e Sky Arte HD e diretto dal regista fiorentino Enrico Pacciani – che, in collaborazione con il MIUR e la Fondazione Cassa Risparmio di Firenze sarà poi proposto alle scuole di Firenze e provincia.

“Firenze 66 – Dopo l’alluvione” è un’indagine, vissuta attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti, il commento degli esperti e una meticolosa ricerca di immagini e documenti d’archivio, sui segni profondi che la forza distruttrice dell’Arno ha inferto a Firenze e alla vita dei fiorentini, ma è anche il racconto dell’impegno nel recupero del patrimonio che ha fatto della città un cantiere di eccellenza e di innovazione nelle tecniche del restauro, oltre che il ricordo di una delle più grandi manifestazioni di solidarietà e di partecipazione internazionale cui si sia mai assistito nella storia.

Nei giorni della catastrofe furono centinaia di “Angeli del Fango”, giovani volontari poco più che diciottenni, ad accorrere a Firenze da tutto il mondo per contribuire al salvataggio della città e del suo patrimonio culturale, affiancando i fiorentini in un enorme sforzo alimentato dalla solidarietà reciproca. Si trattò a tutti gli effetti della prima grande mobilitazione giovanile spontanea del Dopoguerra, in cui tanti ragazzi, animati da una comune passione per l’arte, superarono i confini e le divisioni della Guerra Fredda per mettere in salvo un patrimonio che ritenevano appartenere a tutta l’umanità. Questo clima di collaborazione e solidarietà internazionale andò avanti anche nella fase di ricostruzione, con una campagna di aiuti che coinvolse numerosi paesi e una titanica opera di recupero e messa in sicurezza del patrimonio che ha segnato la vita della città nei decenni successivi.

Andrea Zappia, Amministratore Delegato Sky Italia, ha dichiarato: “Con questa produzione, che fa seguito a tante altre iniziative realizzate in particolare da Sky Arte, Sky riafferma il proprio impegno per valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio culturale italiano. Un patrimonio fatto non solo di grandi opere d’arte, ma anche di uomini e storie che hanno lasciato un’impronta nella vita del Paese, contribuendo a costruirne l’identità e a dare forma a quei valori positivi che tengono unita tutta la comunità. Questo racconto di solidarietà, tenacia, impegno, capacità di risollevarsi ma anche di innovare e creare eccellenza, è un esempio ancora più significativo proprio in giorni in cui il Paese combatte di nuovo per conservare la propria memoria e il proprio patrimonio artistico”.

Leggi tutto...

Altri articoli...

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information