English (United Kingdom)Italian - Italy

News

In questa sezione troverete tutte le news dal mondo Cinecult.

Carpe Diem, nuovo progetto distributivo

CARPE DIEM

Un film per ogni occasione

Il nuovo progetto cinematografico di Berta Film, EchiVisivi e Lo Scrittoio

Al via il 22 aprile con How To Change The World di Terry Rothwell, il film sulla storia di Greenpeace

E’ How To Change The World di Terry Rothwell il film di lancio di Carpe diem, il progetto cinematografico rivolto all’esercizio che propone un cinema di riflessione e aggregazione secondo argomenti di risonanza mediatica, attraverso la proposta di film secondo un calendario di ricorrenze ed eventi tematici.

Ideato e sviluppato da tre realtà attive nella produzione, distribuzione e promozione di cinema indipendente e di qualità Berta Film, EchiVisivi e Lo ScrittoioCarpe diem nasce dall’esigenza di creare occasioni per vedere sul grande schermo opere internazionali inedite, spesso in anteprima per il pubblico italiano, e importanti titoli nazionali.

Si parte il 22 aprile, Giornata mondiale della Terra, con il documentario che racconta la storia della nascita di Greenpeace, associazione che quest’anno festeggia i 45 anni dalla nascita e che conta oggi più di 3 milioni di iscritti e attiva in più di 50 paesi in tutto il mondo.

Film d’apertura del Sundance Film Festival, How To Change The World mescola sapientemente interviste agli attivisti – giornalisti, hippie, fotografi, musicisti, scienziati – che nel 1971, salparono dal porto canadese di Vancouver per fermare i test nucleari del presidente Nixon a largo dell’Alaska, attirando l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale, racconti in prima persona dello stesso fondatore Bob Hunter, scomparso nel 2005, e inedito materiale d’archivio fotografico e audiovisivo.

Carpe diem offre agli esercenti due pacchetti, uno da 3 e uno da 5 film.

La proposta TRIS prosegue con Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni, il 25 maggio per la Giornata Mondiale della Solidarietà, sugli invisibili della società e Magicarena di Andrea Prandstraller e Niccolò Bruna, il 21 giugno per la Giornata mondiale della Musica, film che svela i retroscena dell’apertura della Stagione del Centenario dell’Arena di Verona con l’Aida di Giuseppe diretta dai catalani della Fura dels Baus.

La proposta CINQUINA prevede, in aggiunta, The Toxic Burden, il carico tossico di Patrizia Marani, il 5 giugno per la Giornata internazionale dell’Ambiente, interessante analisi sul concetto di allergia attraverso le interviste ai più rinomati esperti scientifici in materia e India’s daughter di Leslee Udwin, il 19 luglio per la Giornata Internazionale della non violenza, la storia di Jyoti Singh - vittima di uno stupro di gruppo a Delhi – che ha sconvolto l’opinione pubblica mondiale.

Ad oggi hanno aderito al progetto: Cinema Beltrade di Milano, Cinema Greenwich D’Essai di Cagliari e CinemaZero di Pordenone (per le date e gli orari di programmazione consultare i rispettivi siti).

 

Leggi tutto...

Indro. L'uomo che scriveva sull'acqua di Samuele Rossi

Al via le riprese del nuovo documentario di Samuele Rossi con Roberto Herlitzka e Domenico Diele

Sono in corso in questi giorni le riprese di Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua di Samuele Rossi, documentario su una delle voci più autorevoli e discusse del giornalismo italiano, Indro Montanelli, colui che ha raccontato instancabilmente il tormentato secolo scorso, dagli anni ’30 fino alla morte nel luglio 2001.

Uomo dalla personalità complessa, che ha sempre preferito la propria libertà e rifiutato qualunque compromesso con il potere, Indro Montanelli è stato spesso al centro di animate discussioni che lo hanno portato ad essere messo ai margini di un’Italia nella quale verso la fine della propria vita non si riconosceva più.

Il film, prodotto da Echivisivi e Alkermes in collaborazione con Sky Arte e con il sostegno del MiBACT, è un viaggio fra luci e ombre della controversa figura di Montanelli e verrà trasmesso in prima visione su Sky Arte HD il 22 luglio alle 21.10, in occasione del quindicennale dalla morte.

A caratterizzare il lavoro sarà la selezione delle pagine più singolari (di cronaca e non) dei suoi scritti, portati in scena da Roberto Herlitzka e Domenico Diele, rispettivamente nei panni del Montanelli maturo e di quello giovane.

Ad impreziosire ulteriormente la narrazione gli interventi di scrittori, storici e artisti legati a Montanelli, assieme a giornalisti, colleghi e collaboratori.

L'Universale di Federico Micali al cinema

Dal 14 aprile nelle sale italiane la commedia sulla storia (vera) di un cinema libero, dove lo spettacolo era il pubblico

con Matilda Lutz, Francesco Turbanti e Robin Mugnaini, Claudio Bigagli, Paolo Hendel e Vauro Senesi e le musiche di Bandabardò

Anteprima in concorso al Bif&st per L’UNIVERSALE di Federico Micali, commedia che dal 14 aprile arriva al cinema distribuito da L’occhio e la luna con il supporto de Lo Scrittoio.

La cultura, la musica, i film e i movimenti in Italia a cavallo degli anni ’70 si intrecciano alle storie di Tommaso, Alice e Marcello, interpretati rispettivamente da Francesco Turbanti (I primi della lista di Roan Johnson e Acciaio di Stefano Mordini), Matilda Lutz (protagonista del nuovo film di Gabriele Muccino e scelta per il reboot Paramount di The Ring in America) e Robin Mugnaini (Tutti i santi giorni di Paolo Virzì).

Tommaso è figlio del proiezionista (Claudio Bigagli) del Cinema Universale di Firenze. Un luogo mitico, chiuso nel 1989, dove il vero spettacolo era il pubblico grazie a episodi come l’incredibile ingresso in sala di una Vespa, il famoso abburracciugagnene, i commenti a voce alta durante le proiezioni, i balli durante i film musicali.

Le poltrone di legno, il bar, le mura, le maschere (Roberto Gioffré e Francesco Mancini), la cassiera (Anna Meacci), la barista (Ilaria Cristini) e lo stesso programmatore Sig. Ginori (Paolo Hendel) vivevano da protagonisti gli sketch degli spettatori, irriverenti e sopra le righe. Impreziosito dal cameo di Vauro Senesi, nei panni del padre comunista di ferro di Marcello, il film vanta le musiche di Bandabardò. Per la prima volta sullo schermo anche i giovanissimi Edoardo Pagliai, Gea Dall’Orto e Andrea Francini.

Diretto da Federico Micali, documentarista fiorentino, il film è opera prima ed è stato scritto con Cosimo Calamini e Heidrun Schleef, una delle più note sceneggiatrici italiane, Palma d’oro a Cannes con Nanni Moretti.

“Per due anni ho vissuto all’interno del Cinema Universale, assorbendo la straordinaria serie di racconti, storie e aneddoti - dichiara Federico Micali – un melting pot di persone, modi di essere e idee che avrebbe fatto diventare quel cinema un incredibile punto di riferimento culturale per gli anni settanta e i decenni successivi.”

Come spesso accade, il cinema diventa lo specchio di storie private e collettive: quel cinema, infatti, è la storia di tante sale che hanno contribuito alla formazione di intere generazioni.

Leggi tutto...

I vincitori del Sudestival 2016

Sudestival 2016: annunciati i vincitori

Un posto sicuro miglior film, Filippo Nigro miglior attore,

Alaska Premio della giuria giovani e La Carna trist’ miglior cortometraggio.

Menzione speciale a Non essere cattivo

Le premiazioni a Monopoli il 22 e 23 luglio

Tempo di vincitori per la XVII edizione del Sudestival, che ha superato i 5000 spettatori nelle otto serate di festival.

Due i riconoscimenti assegnati dalla GIURIA POPOLARE, formata dagli attenti spettatori della manifestazione.

Il Premio del Pubblico “laFusillocostruzioni” per il miglior film, attribuisce un assegno di €700 al regista Francesco Ghiaccio per Un posto sicuro, prodotto da Indiana Production e La Piccola Società. Dichiara il regista: “Il pubblico è l'unico destinatario di un film: la sala piena e felice di aver assistito alla proiezione vale più di ogni cosa”. “Non è un caso che il primo riconoscimento ufficiale sia venuto dal Sudestival – aggiunge Marco D’Amore, attore e co-sceneggiatore del film - perché chi ci lavora lo fa esattamente come io e Francesco abbiamo lavorato al film, con amore.”

Il Premio “Santa Teresa Resort” al miglior attore, consistente in un lungo fine settimana estivo nella prestigiosa struttura che dà il nome al premio, lo vince Filippo Nigro per l’interpretazione di In fondo al bosco di Stefano Lodovichi, che dichiara: “Se un personaggio funziona è perché l'attore riesce a capirlo e a dargli vita. Filippo è stato grandioso nell'interpretare il ruolo di Manuel con forza e sensibilità, rendendolo vivo, imperfetto e umano fino alla fine.”

 

 

Leggi tutto...

Carpe diem, un film per ogni occasione

In un panorama sempre più denso di ricorrenze, eventi, manifestazioni di rilevanza internazionale e nazionale legate alle tematiche più svariate - ambiente, moda, musica, storia, ecologia, diritti, immigrazione, arte e architettura - Carpe diem è il progetto cinematografico pensato per l’esercizio, adatto per serate evento di dialogo e condivisione della tematica.

Carpe diem propone un cinema di aggregazione e riflessione, contestualizzato secondo argomenti di risonanza mediatica che permettano la conoscenza e l’approfondimento di storie, persone, situazioni ed emozioni.

Una vetrina che si fa occasione di vedere sul grande schermo opere internazionali inedite, spesso in anteprima per il pubblico italiano, e importanti titoli nazionali.

La proposta prevede due pacchetti (di 3 o 5 film), calendarizzati ciascuno secondo le rispettive ricorrenze, da proporre nell’arco della settimana di riferimento.

Gli esercenti possono scegliere la proposta per il proprio pubblico e, aderendo al progetto, entrano a far parte del circuito Carpe diem, che prevede la promozione a livello nazionale dei film e delle sale coinvolte.

Carpe diem, un film per ogni occasione è un progetto ideato e sviluppato da Berta Film, EchiVisivi e Lo Scrittoio

Info Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Altri articoli...

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information